Il Vocabolario delle opzioni binarie

Vocabolario trading

Vocabolario trading

– Sottostante: un’attività sottostante è una operazione che porta un’opzione o più in generale un derivato. Può essere finanziaria (azioni, obbligazioni, buoni del Tesoro, contratti a termine su valute, indici azionari …) o (materie prime agricole e minerali) fisiche. Tecnicamente, l’attività sottostante è l’asset reale sul prezzo contrattuale del derivato.

– Scambio: Il mercato azionario è un mercato organizzato con strumenti finanziari. Infatti, è il luogo in cui vengono scambiati i titoli: azioni, obbligazioni. Le valute sono scambiate tra le banche e le materie prime nelle borse merci.

Broker: Il broker è una società o una persona che funge da interfaccia tra l’investitore e il mercato finanziario. Potrebbe anche essere definita come il centro della piattaforma di tutte le operazioni di negoziazione relative ai mercati azionari.

– Forex: Forex è il mercato dei cambi su cui dette valute convertibili sono scambiate una contro l’altra con scambi di tassi variabili. Il Forex è una contrazione dell’espressione inglese “Foreign Exchange“. Su questo mercato vengono scambiate le valute come il dollaro, euro, yen ecc…

– Prodotti: è chiamata materia prima, qualsiasi materia estratta dalla natura (risorsa naturale) o generata da sé, utilizzata nella produzione come prodotto finito o come fonte di energia. Queste materie prime sono quotate in borsa, la loro fluttuazione dipende dalla domanda e dall’offerta.

– Domanda e offerta: Offerta e domanda sono la quantità di beni o servizi che gli attori in un mercato vogliono vendere o comprare in base al prezzo. Nei mercati finanziari, sono i fattori più importanti perché determinano la direzione e la quantità di un bene.

– Opzioni binarie 60 secondi: Opzioni binarie 60 secondi sono una delle ultime novità apparse nel mercato del commercio binario. Questa rivoluzione lanciata alla fine del 2012 dura solo un minuto e può farti guadagnare fino all’85% dell’l’investimento iniziale.

– Opzioni Sopra/Sotto: Questo tipo di opzione è limitata al prezzo del bene, deve essere superiore (sopra) o scendere al di sotto (sotto) di un prezzo fisso. Questo tipo di opzione è probabilmente la più redditizia. La redditività oscilla tra il 200 e il 600% del capitale investito.

AMF: L’opzione binaria è uno degli ultimi prodotti finanziari apparsi nei mercati di tutto il mondo. L’AMF mira a regolamentare il mercato con l’introduzione di una regolamentazione efficace dei broker. La regolamentazione si basa su una serie di criteri rigorosi per consentire agli investitori di evitare le truffe.

– Opzioni Binarie Builder: Come l’opzione 60 secondi, l’opzione Builder è parte delle innovazioni della fine del 2012. Questo tipo di opzione permette agli operatori di personalizzare il proprio investimento creando un proprio obiettivo di risparmio. Permette di migliorare il controllo del rischio.

– Opzioni Binarie Alto/Basso: Le Opzioni binarie Alto/Basso sono la modalità più popolare e più usata nel mercato in quanto più facile da eseguire. In effetti, qui, l’investitore deve scegliere il prezzo più alto del valore di base o investire sul fatto che il bene è inferiore al prezzo obiettivo fissato.

– Opzioni Binarie Touch o One Touch: Le Opzioni Binarie One Touch sono una delle opzioni più redditizie, l’opzione One Touch offre due possibilità per l’investitore: o intasca i guadagni o perde l’ammontare del suo investimento. Questo tipo di opzione ha un vantaggio perché permette allo speculatore di prendere una posizione quando il mercato è chiuso. Queste opzioni possono essere acquistati solo fino alla fine della settimana e sono valide fino alla fine della settimana successiva.

– Opzioni Binarie Range/Zone: Il “Range/Zone“, detta anche “confine” è un tipo di opzione che investe nella capacità di un valore di rimanere in una zona di prezzo o meno. Questa area visualizza un limite superiore e un limite inferiore ed è predeterminata nel contratto e decisa dal broker.

– Opzioni Binarie Touch/No Touch: Il “Touch/No Touch” è facile da usare. Infatti, questa modalità di transazione scommette sul valore del bene sottostante se raggiungerà un prezzo precedentemente stabilito dal mediatore in un periodo predeterminato. i guadagni sono acquisiti in maniera indipendente dal timeout, dal momento che l’obiettivo è raggiungere il prezzo fissato.

PIP: Il Pip è la più piccola unità utilizzata sul mercato valutario Forex. Infatti, è la variazione più piccola in una coppia di valute. Per esempio sulla valuta EUR/USD, la variazione più bassa possibile (Pip) è 0,0001.

– Derivato: Un derivato è uno strumento finanziario il cui valore cambia in risposta alle variazioni dei tassi d’interesse o di un prodotto chiamato sottostante; richiede un investimento netto iniziale poco significativo.

Ritornare alla perdita e tasso di rendimento

– Ritorno: è una caratteristica che permette al trader di recuperare parte del proprio investimento in caso di perdita della scommessa. In effetti, il broker rimborsa al commerciante una parte del suo commercio per permettergli di non perdere il suo intero investimento.Può essere fino al 15% della somma investita.

– Speculazione: La speculazione è anticipare gli sviluppi del mercato e fare operazioni di compravendita di conseguenza al fine di ottenere benefici per il solo fatto di prevedere i futuri sviluppi del mercato.

Spread: Lo spread è una parola inglese che designa il gap o la differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita su un tasso di cambio.

Tasso di rendimento: è il rapporto tra redditi da capitale e il capitale stesso. E’ calcolato in percentuale.

Trading: Trading è una parola usata per riferirsi ai commercianti, ovvero lo speculatore di tutte le operazioni sul mercato finanziario. Il Trading può comportare diversi tipi di strumenti e attività (valute, materie prime, ecc …).

– Opzioni binarie: Questo è un tipo di opzione in cui il profitto ha un importo predeterminato. Queste opzioni sono chiamate Opzioni binarie perché possono avere solo due esiti possibili alla scadenza dell’opzione, “in the money” – l’investitore riceve l’importo fisso o “out of the money“, l’investitore perde tutto l’investimento.

– “In the money“: è quando le previsioni sull’evoluzione di un’opzione è favorevole all’investitore.

– “Out of the money“: quando le previsioni sull’evoluzione di un’opzione è sfavorevole per l’investitore. L’opzione termina out of the money, si perde l’importo investito, anche se alcuni broker offrono un rendimento sulla perdita fino al 15%.

– Attività: Si tratta di un titolo o di un contratto, di norma trasmissibili e negoziabile, in grado di produrre un reddito e/o plusvalenze in cambio di una certa dose di rischio.

Prova le Opzioni binarie con soli 10€!